Intro

libera

NAPOLI, 11 NOVEMBRE 2015 – Stamane nel quartiere Ponticelli, in piazza Egizio Sandomenico, si è tenuta un’affollatissima marcia anti camorra. Il luogo in questione è lo stesso dove nel lontano 11 novembre 1989 furono ammazzate 4 vittime innocenti dalla camorra. Trattasi della quinta edizione della marcia, momento nel quale nella piazza suddetta è stata inaugurata un’opera d’arte, realizzata dalla giovane e brava dottoressa in architettura Concetta Maisto, vincitrice di un bando finanziato dal Forum Universale delle culture, in memoria delle quattro vittime innocenti: Gaetano De Cicco, Salvatore Benaglia, Domenico Guarracino e Gaetano Di Nocera.

L’opera è intitolata “Il grido dell’innocenza”. La marcia è promossa dalla Municipalità VI in collaborazione con le associazioni del territorio. Hanno  preso parte all’ineffabile iniziativa tutte le scuole del quartiere e quelle e di Napoli est insieme a figure istituzionali locali e del Comune di Napoli. Grande e soprattutto necessario è risultato il contributo del Presidio Libera di Ponticelli, fiancheggiato da Don Luigi Ciotti  che ha voluto dire, anche lui, “NO alla camorra”.