Home

Giovedì 25 Novembre 2010, alle ore 21.00, presso il Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio (via Atripaldi 52, PER LA MAPPA CLICCA QUI), si terrà il focus “DONNE IN SCATOLA” organizzato dall’associazione giovanile TerradiConfine, in collaborazione con l’associazione Vodisca. L'evento è inserito nel contesto ampio del festival del digiuno televisivo: SPEGNILA!

L'EVENTO SU FACEBOOK : http://www.facebook.com/event.php?eid=168516656503230

Il titolo canzonatorio "Donne in Scatola" desidera lanciare un dibattito per smuovere lo spettatore, impreparato a mostrare dissenso ed eccessivamente disposto a concedere, nel suo ruolo già passivo, il suo continuo benestare. 
La televisione italiana ci offre perlopiù un prototipo femminile: una donna messa a tacere dalla sua volontà, dai soldi, dai lifting che le raschiano la pelle, dall’incompetenza e dal “maschio”. Ma a cosa serve se ci sono donne pensanti e vestite che fanno ascolti, se il pubblico è maggiormente composto da donne, se l'immagine proposta è solo diseducativa? 
Vorremmo che la schiera di donne (e di uomini) che si sentono talmente lontani da questo mondo artificiale da non volerne neppure parlare, possa ricominciare a mettere freno alla donna degli stacchetti, svuotata, calpestata e soggiogata dall’universo maschile, quel modello che ritiene prioritario imbellettarsi, spogliarsi e vendersi. 
Come gioca il ruolo dell’uomo nel falsare l’immagine della donna? Forse, in maniera fin troppo evidente. 
Le donne in televisione sono donne plastificate, carne da macello, soprammobili da tenere sopra i banconi e qualcuno, che ne fa pura imprenditoria, esibisce la distorta convinzione che la più spietata nudità possa avvalorare il loro ruolo. 
Noi riteniamo sia un’impellenza affrontare questa pacchiana imposizione prima che l’allontanamento del mondo maschile e femminile venga incoraggiato da queste iniezioni quotidiane di disuguaglianza, prima che nuove generazioni premano ON sul telecomando.

 

{jcomments on}