Legalità

Scrivile.com

(Scrittura civile contro ogni mafia)

Premessa “Riempire un vuoto”

ScrivILE.COM, laboratorio di scrittura civile contro le mafie, nasce da un’idea del collettivo Strozzatecitutti, integrata dai suggerimenti e dall’entusiasmo della redazione del quotidiano online, Inchiestanapoli.it, e dell’associazione Terra di Confine.

Il laboratorio parte da un presupposto imprescindibile: per scrivere di mafie, più di qualunque altra cosa, occorrono regole chiare. Nella scrittura di impegno civile, infatti, le forme e i contenuti narrativi devono necessariamente rispondere a parametri precisi: la scrittura sulle mafie non può essere frutto d’improvvisazione. Ciononostante, nel fitto reticolo di associazioni, movimenti centri-studio, blog, siti web, scuole, cooperative sociali etc., manca al momento un laboratorio per cimentarsi nella scrittura complicata che intende raccontare le mafie. ScrivILE.COM intende riempire questo vuoto.

Il laboratorio, interamente gratuito, partirà da una serie di incontri di formazione alla scrittura, ovvero incontri-lezione sui concetti-chiave, sulle modalità operative e i parametri metodologici, nonché sui criteri di riferimento necessari (l’uso delle fonti, l’approccio alle fonti, l’utilizzo della citazione, la differenza tra l’informazione e la diffamazione, lo studio di testi di riferimento imprescindibili etc.) per orientare la scrittura sulle mafie. Verranno richiesti contribuiti a scrittori, intellettuali, esperti di scrittura sulle mafie, giornalisti, autori teatrali, registi e fotografi che attingono al repertorio della cronaca di mafia come spunto per la realizzazione di un prodotto artistico.

 

La scrittura, per sua stessa natura, allontana dalla verità vera. Un fatto viene prima ricostruito nella memoria e poi ancora ricostruito nelle convenzioni del linguaggio che si intende utilizzare. La materia originale è sempre pre-testuale, è solo un punto di partenza. Durante l’elaborazione del racconto, sono le stesse convenzioni del linguaggio scelto a condizionare i contenuti narrativi.

Nella scrittura di impegno civile c’è di più, perché le forme e i contenuti narrativi devono necessariamente rispondere a regole e parametri chiari: ScrivILE.COM intende fornirli.

Siamo fermamente convinti che la scrittura d’impegno civile può contribuire in maniera significativa ad allargare la rete contro le mafie, a diffondere una cultura della legalità che sia anche un riconoscimento della dignità della vita stessa. La lotta alle mafie è prima di tutto una lotta per il diritto alla vita.

 

Chi siamo

Strozzatecitutti

 

Antologia e blog online che propone una risposta composita e articolata alla fenomenologia delle organizzazioni criminali. L’intento è mettere a disposizione dei lettori una osservazione partecipata che nasce dal confronto quotidiano, un’analisi del prisma mafioso che si declina in ambienti, territori e professioni eterogenee.

Una comune volontà che spinge ad indagare i fattori di ordine materiale e culturale, il senso comune dei fenomeni, i riflessi psicologici, la costruzione di mentalità stratificate e le risorse a cui attingere per liberare le coscienze e i corpi dalla costrizione mafiosa.

TerradiConfine

Organizzazione di volontariato giovanile, apartitica e laica, operante nella periferia orientale di Napoli (in particolare Ponticelli). In un contesto sociale periferico e degradato, dove i giovani crescono abbandonati a se stessi, spogliati delle loro ambizioni, senza figure di riferimento né luoghi d’incontro, Terra di Confine intende -con piccoli e grandi gesti-  migliorare la vita di quei giovani, riprendendo il concetto di Politica inteso come bene della polis. Pertanto, è stato aperto il primo centro di aggregazione giovanile –completamente autofinanziato- che sia un punto di riferimento fisico e culturale per tutti i ragazzi di Napoli Est.

L'inchiESTa Napoli

Progetto editoriale che nasce agli inizi del 2010, in completa autonomia gestionale, editoriale ed economica. Si avvale di una redazione di giovani giornalisti, quasi tutti concentrati nel territorio di Napoli Est, che hanno avuto significative esperienze in quotidiani come "Il Mattino" e "Il Roma". L'obiettivo dichiarato è quello di realizzare inchieste sul territorio di Napoli-Est, area tanto popolata quanto dimenticata. "L'inchiESTa Napoli" cerca inoltre d'informare i cittadini sulle vicende politiche e cronachistiche locali, coprendo un territorio che va dall'area orientale di Napoli fino ad alcuni comuni limitrofi.

Progetto ScriVILE.COM:  “Formazione e Laboratorio”

  1. 1. Obiettivo “Formare i formatori”

Il progetto ScrivILE.COM si svolgerà in due fasi (11 incontri e un laboratorio finale): ciascuna fase avrà obiettivi precisi.

Gli 11 incontri, distribuiti nel periodo compreso tra aprile e giugno, vedranno alternarsi professionisti della parola, giornalisti, cineasti, drammaturghi, fotografi, saggisti, narratori, che hanno scelto di abbracciare nella loro carriera la causa dell’antimafia o che hanno fatto della scrittura il loro mestiere. Ospiti che racconteranno la loro esperienza offrendo utili suggerimenti.

Gli incontri saranno gratuiti e aperti a tutti. Saranno in particolar modo rivolti ad una leva di scrittori, studenti (scuole e università), giovani giornalisti, blogger, filmaker, comunicatori,  accomunati dalla volontà di cimentarsi con le tematiche d’impegno civile.

Obiettivo principale di questa fase sarà quello di “formare i formatori”, ovvero di fornire ai ragazzi della associazioni di volontariato, presenti agli incontri, strumenti e competenze che potranno loro stessi trasmettere, a partire dal prossimo anno scolastico, a gruppi di studenti.

Le conferenze e il laboratorio che seguirà si terranno nelle sedi messe a disposizione dall’associazione Terra di Confine, nel quartiere di Ponticelli.

  1. 2. Laboratorio “I nostri contributi alla scrittura civile contro le mafie”

 

I partecipanti, alla fine del percorso, realizzeranno un decalogo di regole utili per la scrittura civile contro le mafie. Un decalogo che costituirà la base su cui impostare, collettivamente, due azioni finali: 1) un’inchiesta giornalistica; 2) un prodotto di scrittura narrativa. Le opere saranno divulgate sui siti web Strozzatecitutti.globalist.it e Inchiestanapoli.it

Programma e calendario incontri

 

Il programma mescola due percorsi, quello giornalistico e quello letterario/creativo, che si altereranno durante l’intera durata del progetto.

Si premette, altresì, che il titolo scelto per gli argomenti è puramente indicativo e potrà essere soggetto a variazioni sulla base delle scelte dei conferenzieri invitati.

Il laboratorio, infine, si svolgerà in un arco di tempo variabile, sulla base dei tempi di elaborazione dei prodotti di scrittura e secondo le esigenze dei partecipanti.

Le iscrizioni, del tutto gratuite, dovranno pervenire entro e non oltre il 2 aprile 2012 al Centro “Terra di confine” via Charlie Chaplin, 17 – 80147 Ponticelli, Napoli tel. 0810490606 – cell.  3397660993,

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Introduzione

4 aprile “Differenze e similitudini tra le mafie sul territorio italiano”

Isaia Sales

 

11 aprile “Dibattito sull’antimafia”

Marcello Ravveduto

Seminari

 

13 aprile “Come reperire fonti attendibili e evitare diffamazioni e querele”

Ciro Pellegrino – Chiara De Martino

 

17 aprile “Trasposizione della cronaca nella drammaturgia”

Tiziana Di Masi

 

27 aprile “Tecniche di scrittura per il web”

Francesco Piccinini

 

4 maggio “Trasposizione della cronaca in narrativa”

Maurizio de Giovanni - Carmen Pellegrino

 

11 maggio Testimonianze d’inchiesta”

Amalia De Simone – Massimiliano Amato “

18 maggio “Trasposizione della cronaca nella cinematografia”

Vincenzo Pirozzi- Maurizio Fiume

 

25 maggio “Tecniche di fotografia”

Carmine Luino

1 giugno “Cronaca e televisione”

Manuela Iatì – Arcangelo Badolati

 

8 giugno “Testimonianza d’inchiesta”

Gigi Di Fiore